qui giace OneMoreBlog2.31
«A politician, you know the ethics those guys have. It's like a notch underneath child molester» (Woody Allen)
La scomparsa delle lucciole
pasolini.jpg mangoni ha scritto a OneMoreBlog:
In occasione del trentennale della scomparsa di Pier Paolo Pasolini ritengo il modo migliore per commemorarlo sia una sana rilettura del famoso articolo sulla scomparsa delle lucciole, scritto nove mesi prima della sua atroce morte ad Ostia. Fu buon profeta Moravia quando durante l'orazione funebre ammonì che alla fine del Novecento ci saremmo ricordati di cinque o sei poeti ed uno di questi sarebbe stato proprio Pasolini. Che, da poeta, scriveva anche articoli geniali e struggenti come questo.
02.11.05 00:38 - sezione cultura
il 02 Novembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
achab ha scritto:

A chi interessa consiglio vivamente l'ultimo numero di MircoMega, dedicato a Sartre e Pasolini. In particolare la bella chiacchierata, volutamente riportata come tale, tra Sofri Piergiorgio Bellocchio e Veltroni. A tal proposito interessante il ragionamento che fa Sofri sulla scomparsa delle lucciole.
Bello e fuori dal coro, anche l'articolo di Fofi apparso domenica sul Sole 24 Ore che riporto sul mio sito.

il 02 Novembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
mangoni ha scritto:

"Gli ultimi trent'anni della nostra storia politica e sociale non hanno certo tolto forza e veridicità alle denunce pasoliniane, al contrario. Ed è questo che le celebrazioni di quest'anno tendono a dimenticare, timorose di parlare dell'oggi come dell'avveramento delle peggiori paure pasoliniane".
Sottoscrivo pienamente

il 03 Novembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
achab ha scritto:

Molto bello ieri sera su rai3 il montato di interviste, spezzoni, discussioni, inframezzata con un viaggio in auto da roma all'idroscalo di ostia, con la colonna sonora di C'era una volta in america in sottofondo. Per me che non avevo mai sentito la voce, è stato strano. Sorprendete. Bello.
In particolare mi ha colpito una cosa: quando dice che con la stessa forza con cui si difendono le opere d'arte, i monumenti, andrebbe difesa una piccola stradina di campagna e una porta di un piccolo borgo. Di nessun valore artistico, ma prodotto di una sorta di cultura collettiva inconscia che rischia di sparire. Sono molto belle queste parole. Al di là di ogni retorica.

Altrove: A - rivista anarchica | Accordo | Anticatechismo | Chan Hon Chung | Ciclistica | Il Deposito | Don Zauker
Gruhn Guitars | Giordano Bruno | Libertaria | Movimentofisso | Brian Setzer | Shel Shapiro | UAAR | Il Vernacoliere